About Me

Sono un economista nato a Siena nel 1982. La scuola di pensiero a cui mi sento più vicino, quella classica-Keynesiana, è orientata all’economia di mercato e al liberalismo sociale e la riassumerei nel perseguimento di una crescita equilibrata tra domanda domestica e produzione orientata all’export, volta al mantenimento di un bilanciato saldo commerciale con l’estero (quindi né surplus, né deficit). Questo affinché la domanda interna possa espandersi anche se finanziata a deficit pubblico, se al contempo la produzione orientata all’esportazione consenta una crescita della produttività del lavoro quindi della competitività dell’industria manifatturiera da esportazione.

Nel corso della mia formazione accademica, ho conseguito un LL.M. in Banking and Securities Law presso la Propter Homines Chair della Universitat Liechtenstein, finanziato da una scholarship della medesima Propter Homines Chair. La mia tesi di dottorato PhD analizza il funzionamento del sistema monetario moderno in assenza di standard monetario con un sistema bancario a riserva frazionaria e valuta fiat, oltre agli effetti dell’accumulo di deficit e surplus commerciali in termini di saldo delle conto delle partite correnti. Ulteriori informazioni su lucabindi.com

Attualmente sto elaborando un progetto d’investimento in Myanmar, volto a finanziare una produzione di prodotti alimentari esportabili nelle economie limitrofe di Cina e India, come a quelle dell’ASEAN, l’Associazione delle Nazioni del Sud-Est Asiatico. Inoltre, sto anche seguendo gli sviluppi della crisi del debito estero del Venezuela quindi il rischio default e l’iperinflazione che ne consegue. Ulteriori informazioni su emerginginvest.com

Secondo una mia analisi denominata Bindi Hypothesis, ipotizzo che nei prossimi anni i capitali possano affluire verso l’eurozona, rafforzando il cambio dell’euro quale seconda valuta di riserva mondiale, nei confronti del dollaro statunitense quale prima valuta di riserva internazionale. Questo potrebbe generare un afflusso di capitali verso la periferia dell’eurozona e una finanziarizzazione della sua economia in modo speculare a quanto accaduto tra il 2002 e il 2008.

Perciò propongo la realizzazione di un fondo d’investimento privato denominato Senensis che raccolga i conferimenti di investitori under45 di Siena e volto a finanziare la costituzione di nuova attività d’impresa nei campi dei media in lingua inglese The Siena Times, dell’esportazione di manufatti prodotti dall’economia domestica Siena Export, della sicurezza informatica Siena Cyber Security, delle moderne tecnologie finanziarie Siena Fintech e Siena Rating.

I am an Italian economist that was born in Siena in 1982. My background is in banking and securities law and the functioning of the global monetary and financial systems.

Siena Paradiso – Safe Haven is a project to be presented at the elections that will take place in Siena in 2018, aimed at rendering Siena an international financial center through the foundation of the private wealth fund Senensis intended to provide financing for funding the business creation of new companies operating in the international media The Siena Times, the export of domestically manufactured goods Siena Export, the cyber security Siena Cyber Security, the financial technology Siena Fintech and Siena Rating.

In a paper named “Bindi Hypothesis”, I hypothesize the inflow of capital into the eurozone and the strengthening of the euro that is the second global reserve currency with respect to the US dollar that is the first international reserve currency. In this case I would expect that foreign capital will flow into the southern periphery of the eurozone, as it happened during the first decade of the adoption of the European monetary union since 2002 until 2008.


Under45 e “Classe dErigente”: alcune considerazioni



Under45 e “Classe dErigente”: alcune considerazioni

Siena Paradiso propone una completa transizione all'economia di mercato globale e aperta, per entrambe le generazioni - anche quella dei nostalgici Over45.

Perciò o il fantasy-socialismo per entrambe, o il più realistico capitalismo sempre per entrambe. Il capitalcomunismo dei comunisti a prendere e dei capitalisti a dare è sempre meno tollerato dagli Under45 che stanno pagando il conto di inefficienze del sistema produttivo domestico con la depressione continua del proprio tenore di vita.

Siena Paradiso aderisce apertamente al capitalismo respingendo categoricamente il socialismo, in quanto le economie capitaliste si espandono mentre quelle socialiste invece si deprimono e si impoveriscono.

L'adesione all'euro è stata vantaggiosa per rivalutare pensioni, redditi fissi, oltre a deprimere artificialmente i tassi d'interesse per generare ricchezza artificiale con bolla immobiliare, del credito e finanziaria che è difficile non tenere a memoria – quella degli anni 2002-2008, con picchi di €10K al mq.

Si rammenta che a luglio 2008, anno del picco della bolla immobiliare e del credito bancario, l'euro segnò un massimo a $1.6. Questo significa che un immobile di valore NON speculativo €300K che fosse in bolla a un prezzo inflazionato a €600k, avrebbe avuto un controvalore di $1 milione qualora il suo valore fosse stato ridenominato nella prima valuta di riserva internazionale!

Chi allora si era buttato sulla speculazione immobiliare è lo stesso che oggi pretende tassi zero e svalutazione della valuta per espansione monetaria non convenzionale, in quanto la sua leva finanziaria non sarebbe sostenibile con tassi d’interesse superiori allo zero, per non parlare di una rivalutazione della valuta che ne accrescerebbe il valore reale del suo debito!

Tuttavia i tassi zero e le espansioni monetarie generano profonde disfunzioni sia nell’economia reale (indebitamento) che nel sistema finanziario (bolle). Quando queste scoppiano, poi le banche centrali tagliano i tassi ed espandono ulteriormente la politica monetaria: quindi entro un decennio potrebbero aspettarci tassi addirittura negativi?!

Il costo di quei vantaggi (prima menzionati) dell'adesione all'euro è pertinente ai requisiti che l’economia sottostante la valuta (l'euro) debba soddisfare in quanto la sua valuta è di riserva internazionale: la sua adozione implica perciò una completa evoluzione in una economia di mercato capitalistica. Le economie emergenti lavorano e producono merci che vengono pagate in valuta di riserva, inoltre i tassi vengono mantenuti bassi e le espansioni monetarie non si traducono in svalutazione della valuta per coloro che la detengono cioè i risparmiatori. Gli svantaggi sono quelli della perdita di competitività dell’export quando la valuta di riserva si rafforza in quanto diviene rifugio per i capitali esteri.

[Siena Paradiso ipotizza che potrebbe realizzarsi un tale scenario di afflusso di capitali esteri verso l’eurozona rifugio nel corso dei prossimi anni (Bindi Hypothesis), con una conseguente prima introduzione di austerity dagli effetti controproducenti che verrebbe poi invertita in finanziarizzazione speculare a quella degli anni 2002-2008 al fine di sostenere la domanda di beni importati nella periferia dell’eurozona dall’eurozona core settentrionale.]

Perciò se gli Over45 non vogliono svalutare né il risparmio, né il reddito fisso, anzi che entrambi siano denominati nella seconda valuta di riserva internazionale euro – in costante rivalutazione sulle valute estere da gennaio 2017 in quanto, stando al saldo positivo del conto partite correnti, è oggi sottovalutata – occorre che l’allocazione degli investimenti produttivi avvenga per criterio di rendimento e di efficienza della produzione quindi secondo equilibrio di mercato e non mediante dirigismo e pianificazione centralizzata!

Altrimenti di questo passo si continua a praticare austerity, austerity, austerity & tasse, tasse, tasse che deprimono i consumi interni anche di merci importate, così da correggere il deficit commerciale con l'estero, mai efficientando la produzione bensì riducendo il tenore di vita!

Inoltre procedere mediante emigrazione qualificata – "il posto al sole all'estero" che però nessuno menziona mai che richieda un bel mutuo a 30 anni per un immobile dal valore inflazionato, in quanto il lavoro segue il ciclo del capitale e quando gli emigranti arrivano gli immobili sono già belli inflazionati! –  da sostituire con immigrazione non qualificata di rimpiazzo è un'ulteriore manifestazione della politica di austerity, volta questa a ridurre i salari di riserva quindi il costo del lavoro – per ridurre il costo della produzione e incrementare la competitività internazionale della produzione domestica – oltre a indurre aspettative decrescenti per il tenore di vita, quindi ridurre i consumi anche di beni importati.

Su Siena Paradiso si trova una rassegna completa di queste tematiche: sienaparadiso.blogspot.com

Link utile per i più volenterosi, alle Bindi Hypothesis: http://sienaparadiso.blogspot.it/2017/12/bindi-hypothesis-questions-answers.html

Per un'intervista pubblica su queste tematiche scrivere a: sienaparadiso@gmail.com

Si rammenta che in una economia di mercato è il consumatore che guida le strategie aziendali, in quanto chi meglio soddisfa le sue preferenze di consumo poi viene premiato con un pubblico più vasto e maggiori introiti pubblicitari, quindi maggiori profitti e migliori trattamenti salariali e prospettive di carriera.

E gli Under45 sono coloro che, volenti o nolenti, nei prossimi anni erediteranno quella decina di miliardi (fonte: Bollettino Statistico Banca d’Italia) di euro depositati, dai risparmiatori residenti, presso gli istituti bancari di Siena e provincia.

Qualora non fosse ancora chiaro, gli Under45 guardano al capitalismo, non al socialismo..

Cordialmente,
Luca Bindi, LL.M. (Vaduz)

Per un contatto email con l’autore scrivere a: sienaparadiso@gmail.com oppure a info.senensis@gmail.com

*Le informazioni qui presentate NON costituiscono alcuna forma di consulenza finanziaria. Il lettore è pregato di prendere atto che le informazioni pubblicate non costituiscono una sollecitazione al pubblico risparmio. Il contenuto dell’articolo è da considerarsi finalizzato solamente ad informazione generale.

Per errori, omissioni, materiale coperto da copyright il lettore è pregato di contattare l’autore a sienaparadiso@gmail.com o info.senensis@gmail.com

Popular Posts