About Me

Sono un economista nato a Siena nel 1982. La scuola di pensiero a cui mi sento più vicino, quella classica-Keynesiana, è orientata all’economia di mercato e al liberalismo sociale e la riassumerei nel perseguimento di una crescita equilibrata tra domanda domestica e produzione orientata all’export, volta al mantenimento di un bilanciato saldo commerciale con l’estero (quindi né surplus, né deficit). Questo affinché la domanda interna possa espandersi anche se finanziata a deficit pubblico, se al contempo la produzione orientata all’esportazione consenta una crescita della produttività del lavoro quindi della competitività dell’industria manifatturiera da esportazione.

Nel corso della mia formazione accademica, ho conseguito un LL.M. in Banking and Securities Law presso la Propter Homines Chair della Universitat Liechtenstein, finanziato da una scholarship della medesima Propter Homines Chair. La mia tesi di dottorato PhD analizza il funzionamento del sistema monetario moderno in assenza di standard monetario con un sistema bancario a riserva frazionaria e valuta fiat, oltre agli effetti dell’accumulo di deficit e surplus commerciali in termini di saldo delle conto delle partite correnti. Ulteriori informazioni su lucabindi.com

Attualmente sto elaborando un progetto d’investimento in Myanmar, volto a finanziare una produzione di prodotti alimentari esportabili nelle economie limitrofe di Cina e India, come a quelle dell’ASEAN, l’Associazione delle Nazioni del Sud-Est Asiatico. Inoltre, sto anche seguendo gli sviluppi della crisi del debito estero del Venezuela quindi il rischio default e l’iperinflazione che ne consegue. Ulteriori informazioni su emerginginvest.com

Secondo una mia analisi denominata Bindi Hypothesis, ipotizzo che nei prossimi anni i capitali possano affluire verso l’eurozona, rafforzando il cambio dell’euro quale seconda valuta di riserva mondiale, nei confronti del dollaro statunitense quale prima valuta di riserva internazionale. Questo potrebbe generare un afflusso di capitali verso la periferia dell’eurozona e una finanziarizzazione della sua economia in modo speculare a quanto accaduto tra il 2002 e il 2008.

Perciò propongo la realizzazione di un fondo d’investimento privato denominato Senensis che raccolga i conferimenti di investitori under45 di Siena e volto a finanziare la costituzione di nuova attività d’impresa nei campi dei media in lingua inglese The Siena Times, dell’esportazione di manufatti prodotti dall’economia domestica Siena Export, della sicurezza informatica Siena Cyber Security, delle moderne tecnologie finanziarie Siena Fintech e Siena Rating.

I am an Italian economist that was born in Siena in 1982. My background is in banking and securities law and the functioning of the global monetary and financial systems.

Siena Paradiso – Safe Haven is a project to be presented at the elections that will take place in Siena in 2018, aimed at rendering Siena an international financial center through the foundation of the private wealth fund Senensis intended to provide financing for funding the business creation of new companies operating in the international media The Siena Times, the export of domestically manufactured goods Siena Export, the cyber security Siena Cyber Security, the financial technology Siena Fintech and Siena Rating.

In a paper named “Bindi Hypothesis”, I hypothesize the inflow of capital into the eurozone and the strengthening of the euro that is the second global reserve currency with respect to the US dollar that is the first international reserve currency. In this case I would expect that foreign capital will flow into the southern periphery of the eurozone, as it happened during the first decade of the adoption of the European monetary union since 2002 until 2008.


Archive

Show more

Analisi delle Minacce alla Stabilità Finanziaria degli Stati Uniti

Rispettabili Under45 della Città di Siena,

il progetto politico più innovativo della storia della nostra amata terra, Siena Paradiso, ha spiegato le vele verso la più ambiziosa delle conquiste, ovvero l'affermazione degli Under45 alle elezioni del 2018 affinchè la libertà e il benessere tornino alla portata della gloriosa generazione degli Under45 orientati all'intrapresa privata, alla competizione in un libero mercato globale, i soli che ne possano valorizzarne sia le capacità che i talenti.

Come precedentemente anticipato nelle Bindi Hypothesis, (Bindi Hypothesis - Questions & Answers), Siena Paradiso ha da tempo lanciato un segnale di preoccupazione riguardo le quotazioni raggiunte dai mercati finanziari statunitensi. Qui sotto si riportano una serie di passaggi di un report pubblicato dall'Office of Financial Research intitolato Analysis of Threats to the Financial Stability of the United States.

Precisamente come anticipato nelle Bindi Hypothesis che fungono da basamento al progetto di rilancio economico e finanziario della Città di Siena per conto del progetto politico Siena Paradiso, il report sotto menzionato elenca una serie di fattori di rischio di mercato che si riassumono in quanto segue. Premetto che si sollecita un quanto mai rapido apprendimento sia della lingua inglese che dei fondamentali macroeconomici e finanziari, in quanto nel nuovo mondo aperto e globale sono proprio questi a guidare sia le dinamiche del flusso dei capitali che le risposte di politica di governo. Le informazioni pertinenti l'economia globale sono disponibili in rete, bensì siano reperibili in lingua inglese. Siena Paradiso, nel corso di questa attesissima campagna elettorale, è disposta ad offrire una puntuale traduzione dei contenuti in modo tale da diffonderne una capillare comprensione ai suoi amati elettori Under45 come alle rispettive famiglie di questa meravigliosa Città di Siena che tutti portiamo da sempre nel cuore.

Siena Paradiso cercherà non solo di divulgare, bensì di apprendere, in modo tale da investire in una maggiore consapevolezza e capacità di analisi critica e propositiva. Secondo chi scrive, qualora fossimo privati di queste capacità, l'adozione di una pronta risposta in termini di allocazione efficiente del capitale a livello domestico alle probabili nuove criticità finanziarie non sarebbe affatto possibile.

Si rammenta inoltre che, secondo le Bindi Hypothesis, una possibile crisi dei mercati finanziari internazionali e un afflusso di capitali dall'estero verso l'eurozona e la sua periferia meridionale generarebbero opportunità di finanziamento di attività produttiva anche da esportazione appunto nelle economie della periferia dell'eurozona. Perciò la crisi dei mercati finanziari potrebbe rivelarsi, per l'eurozona meridionale, un'opportunità per il rilancio del suo sistema produttivo domestico.

Nei passaggi che seguono vengono evidenziate le seguenti criticità dei mercati finanziari statunitensi:
  1. Elevati e crescenti rischi di mercato da un rapido cambiamento nel prezzo degli attivi dei mercati finanziari
  2. Prezzi crescenti e premi al rischio decrescenti possono lasciare alcuni mercati vulnerabili a consistenti cambiamenti
  3. Tali correzioni di mercato possono innescare instabilità finanziaria quando gli attivi sono detenuti da entità che hanno una leva finanziaria eccessiva e si finanziano tramite debito a breve termine e altre passività
  4. Una bassa volatilità nei prezzi di mercato e tassi d'interesse persistentemente bassi possono promuovere un'eccessiva assunzione di rischi dagli investitori e generare future vulnerabilità
  5. Le valutazioni del mercato azionario sono a dei massimi storici, secondo diverse misurazioni
  6. I prezzi sono elevati anche nei mercati obbligazionari, con la soppressione dei rendimenti
  7. I bassi tassi d'interesse hanno incrementato il rischio di perdite per gli investitori in obbligazioni nel caso di rialzo dei tassi d'interesse, tuttavia i fondi pensioni e le compagnie assicurative hanno passività a lungo termine che consentono loro di tollerare perdite di mercato a breve termine sulle obbligazioni, inoltre la Federal Reserve ha chiaramente stabilito la sua intenzione di incrementare i tassi gradualmente.
"Market risks from a sharp change in the prices of assets in financial markets are high and rising. 

Rising prices and falling risk premiums may leave some markets vulnerable to big changes. Risk premiums are returns in excess of returns on risk-free investments. 

Such market corrections can trigger financial instability when the assets are held by entities that have excessive leverage and rely on short-term debt and other liabilities. 

Each of our annual reports has highlighted the risk that low volatility in market prices and persistently low interest rates may promote excessive risk-taking by investors and create future vulnerabilities. In 2017, strong earnings growth, steady economic growth, and increased expectations for a U.S. fiscal policy that stimulates economic growth have fueled the rise in asset prices. 

Stock market valuations are at historic highs, according to several metrics. 

Prices are also elevated in bond markets, suppressing yields. Risk premiums for corporate bonds have nearly fallen to the lowest point since the financial crisis. At the same time, long-term interest rates in the United States remain low, despite a long span of steady economic growth, low unemployment, and gradual increases in benchmark interest rates by the Federal Reserve. 

The low rates have increased the risk of loss by bond investors if interest rates rise, but two factors mitigate the potential systemic risk from rising rates. First, investors such as pension funds and insurance companies have long-term liabilities, including pension obligations and life insurance coverage that allow them to tolerate any short-term market losses on bonds. Second, the Federal Reserve has clearly stated its intention to raise interest rates gradually"

 
Fonte:  Analysis of Threats to the Financial Stability of the United States - Office of Financial Research


Cordialmente,
Luca Bindi, LL.M. (Vaduz)

Per un contatto email con l’autore scrivere a: sienaparadiso@gmail.com oppure a info.senensis@gmail.com

*Le informazioni qui presentate NON costituiscono alcuna forma di consulenza finanziaria. Il lettore è pregato di prendere atto che le informazioni pubblicate non costituiscono una sollecitazione al pubblico risparmio. Il contenuto dell’articolo è da considerarsi finalizzato solamente ad informazione generale.

Per errori, omissioni, materiale coperto da copyright il lettore è pregato di contattare l’autore a sienaparadiso@gmail.com o info.senensis@gmail.com



Link utili:

Popular Posts