About Me

Sono un economista nato a Siena nel 1982. La scuola di pensiero a cui mi sento più vicino, quella classica-Keynesiana, è orientata all’economia di mercato e al liberalismo sociale e la riassumerei nel perseguimento di una crescita equilibrata tra domanda domestica e produzione orientata all’export, volta al mantenimento di un bilanciato saldo commerciale con l’estero (quindi né surplus, né deficit). Questo affinché la domanda interna possa espandersi anche se finanziata a deficit pubblico, se al contempo la produzione orientata all’esportazione consenta una crescita della produttività del lavoro quindi della competitività dell’industria manifatturiera da esportazione.

Nel corso della mia formazione accademica, ho conseguito un LL.M. in Banking and Securities Law presso la Propter Homines Chair della Universitat Liechtenstein, finanziato da una scholarship della medesima Propter Homines Chair. La mia tesi di dottorato PhD analizza il funzionamento del sistema monetario moderno in assenza di standard monetario con un sistema bancario a riserva frazionaria e valuta fiat, oltre agli effetti dell’accumulo di deficit e surplus commerciali in termini di saldo delle conto delle partite correnti. Ulteriori informazioni su lucabindi.com

Attualmente sto elaborando un progetto d’investimento in Myanmar, volto a finanziare una produzione di prodotti alimentari esportabili nelle economie limitrofe di Cina e India, come a quelle dell’ASEAN, l’Associazione delle Nazioni del Sud-Est Asiatico. Inoltre, sto anche seguendo gli sviluppi della crisi del debito estero del Venezuela quindi il rischio default e l’iperinflazione che ne consegue. Ulteriori informazioni su emerginginvest.com

Secondo una mia analisi denominata Bindi Hypothesis, ipotizzo che nei prossimi anni i capitali possano affluire verso l’eurozona, rafforzando il cambio dell’euro quale seconda valuta di riserva mondiale, nei confronti del dollaro statunitense quale prima valuta di riserva internazionale. Questo potrebbe generare un afflusso di capitali verso la periferia dell’eurozona e una finanziarizzazione della sua economia in modo speculare a quanto accaduto tra il 2002 e il 2008.

Perciò propongo la realizzazione di un fondo d’investimento privato denominato Senensis che raccolga i conferimenti di investitori under45 di Siena e volto a finanziare la costituzione di nuova attività d’impresa nei campi dei media in lingua inglese The Siena Times, dell’esportazione di manufatti prodotti dall’economia domestica Siena Export, della sicurezza informatica Siena Cyber Security, delle moderne tecnologie finanziarie Siena Fintech e Siena Rating.

I am an Italian economist that was born in Siena in 1982. My background is in banking and securities law and the functioning of the global monetary and financial systems.

Siena Paradiso – Safe Haven is a project to be presented at the elections that will take place in Siena in 2018, aimed at rendering Siena an international financial center through the foundation of the private wealth fund Senensis intended to provide financing for funding the business creation of new companies operating in the international media The Siena Times, the export of domestically manufactured goods Siena Export, the cyber security Siena Cyber Security, the financial technology Siena Fintech and Siena Rating.

In a paper named “Bindi Hypothesis”, I hypothesize the inflow of capital into the eurozone and the strengthening of the euro that is the second global reserve currency with respect to the US dollar that is the first international reserve currency. In this case I would expect that foreign capital will flow into the southern periphery of the eurozone, as it happened during the first decade of the adoption of the European monetary union since 2002 until 2008.


Le finalità di Senensis, il fondo d’investimento privato di under45



Le finalità di Senensis, il fondo d’investimento privato di under45


Offrire al risparmio investito rendimenti superiori allo zero o quasi zero, oltre ad evitare eventuali futuri interessi negativi sia nominali che reali che altrimenti eroderebbero il capitale nel tempo.

Garantire la tutela del risparmio privato dal rischio di bail-in dovuto alla presenza di attivi deteriorati, come di titoli di debito pubblico a rimarchevole rischio di svalutazione del valore di mercato nel caso di un incremento del rischio default sul debito pubblico (il cosiddetto “spread” tra il Btp italiano e il Bund tedesco) e rialzo dei tassi d’interesse sul mercato secondario, che richiederebbe una iniezione di nuova capitalizzazione.

Intermediare il risparmio delle famiglie in progetti d’investimento per la costituzione di nuova attività d’impresa che generi occupazione, reddito e crescita professionale agli under45 dell’economia di riferimento, grazie alla produzione di beni e servizi tradables quindi commerciabili nei mercati esteri.

Innovare il sistema produttivo domestico attraverso la costituzione di un fondo d’investimento privato che contribuisca alla costituzione di un moderno sistema finanziario a vocazione internazionale con cultura liberale capitalista e orientato all’economia di mercato aperta e globale.

Investire nel capitale umano degli under45 che sono la proiezione del benessere e della ricchezza futura del sistema socioeconomico domestico, consentendo loro un costante percorso di formazione e arricchimento professionale necessario a renderli competitivi nel mercato unico europeo come in quello aperto e globale.

Consentire ai capitali allocati in modo inefficiente che generano depressione economica, bolla immobiliare, indebitamento improduttivo, disoccupazione e sottoccupazione sistemica, di trovare impieghi alternativi che siano più produttivi e consentano un maggiore rendimento e un benessere diffuso attraverso la generazione di nuovo reddito da occupazione per gli under45.

Permettere l’efficientamento competitivo dall’esterno attraverso la costituzione di un nuovo finanziatore promotore della costituzione di una piazza finanziaria a vocazione internazionale, piuttosto che stimolare dibattiti e confronti inefficaci dall’interno di finanziatori obsoleti che intermediano il capitale senza generare l’espansione del sistema produttivo domestico causando crisi economica ed emigrazione di massa degli under45.

Superare la crisi del debito e la conseguente “zombificazione” dovuta all’introduzione dei tassi d’interesse zero o quasi zero, che ha di fatto ibernato l’economia collocandola in un sentiero di lenta e costante decrescita, impoverimento e desertificazione del sistema produttivo.

Qualora si verificasse un afflusso di capitali verso l’eurozona con la conseguente rivalutazione della valuta euro, intermediare il risparmio in attività produttive di beni e servizi tradables, piuttosto che in impieghi speculativi sia finanziari che reali immobiliari in quanto sulla base dell’esperienza vissuta negli ultimi due decenni queste speculazioni consentono rapidi e consistenti guadagni nelle fasi di espansione del ciclo finanziario e altrettanto rapide e consistenti perdite nelle fasi di contrazione del medesimo ciclo.

Luca Bindi, LL.M. (Vaduz)

Per un contatto con l’autore, scrivere a: info.senensis@gmail.com

La riproduzione è concessa a condizione che se ne menzioni la fonte originale su Siena Paradiso.


Released 27th November 2017


Condizioni di utilizzo – Importante, leggere con attenzione:
La consultazione del seguente documento conferma che il lettore abbia letto e approvato le seguenti Condizioni, liberando l’autore da qualsiasi responsabilità.
Il contenuto è presentato a solo scopo informativo, senza alcuna garanzia riguardo la correttezza delle informazioni e dei dati riportati e non costituisce alcuna forma di consulenza finanziaria, perciò non può essere utilizzata a tal fine.
Qualsiasi azione che venga intrapresa sulla base del contenuto, analisi e opinione del documento è nella sola responsabilità del lettore.
Il lettore è pregato di prendere atto che le informazioni pubblicate non costituiscono una sollecitazione al pubblico risparmio. Il contenuto dell’articolo è da considerarsi finalizzato solamente ad informazione generale.
Chiunque segua l’analisi lo fa sotto la sua totale ed esclusiva responsabilità. Siccome non può esservi alcuna garanzia che le opinioni, fatti e analisi riportati siano corretti, sta al lettore agire e comportarsi sulla base delle sue conoscenze ed esperienze, dato che le decisioni del lettore saranno sempre di sua esclusiva pertinenza e responsabilità.
Per errori, omissioni, materiale coperto da copyright il lettore è pregato di contattare l’autore a sienaparadiso@gmail.com

Popular Posts